un-quadro-in-rosso-fbevent

Domenica 28 Giugno 2015 il laboratorio ludico creativo “il Cristallo dell’Aleph” parteciperà al Torrecon 2015 con il murderparty “un Quadro in Rosso” per cinque giocatori!

Torrecon 2015 si terrà presso il Palatenda in via Duca d’Aosta, a Manerbio (Bs).

Crema, 3 Luglio 2013

L’ultima visionaria opera del contestato artista Frank sarà esposta postuma durante la manifestazione artistica Artshot 2013. La recente dipartita dell’autore, avvenuta in circostanze ancora non chiarite, ha scioccato l’ambiente dell’arte contemporanea. Riuscirà la sua ultima, controversa, opera a gettare una nuova luce sulla sua vita e i suoi ultimi momenti?

i protagonisti

  • Patrizio Botero – noto gallerista dell’ambiente d’avanguardia
  • Marianna Debon – vedova di Frank
  • Jacopo Falchetti – agente e amico intimo dell’artista deceduto
  • Cosetta Barberis – segretaria particolare del gallerista Botero
  • Pierre De Montaigne – artista d’avanguardia noto per la sua rivalità artistica con il defunto

come partecipare

Il murderparty si terrà domenica 28 Giugno 2015 dalle ore 14:00 alle ore 17:00 presso la manifestazione “Torrecon 2015” che si terrà al Palatenda in Via Duca D’aosta, 25028 Manerbio.

Tra tutti i partecipanti, cinque saranno gli indiziati del giallo: tra loro vi sarà sicuramente un colpevole. Gli altri giocatori interpreteranno personaggi più liberi organizzati in squadre investigative: potranno essere giornalisti, curiosi, ospiti della manifestazione o quant’altro la loro fantasia li ispirerà. Ai protagonisti verrà consegnato un taccuino di scena con le note interpretative.

Il gioco e l’interpretazione la faranno da padrone. Sarete a tutti gli effetti colui (o colei) che interpreterete per tutto il tempo in cui sarete presenti.

il murder party secondo noi

Un murder party (conosciuto anche come evento con delitto) è un gioco di interpretazione in cui ogni giocatore diventa il protagonista di un racconto, interpretando il ruolo di un personaggio, la cui storia e psicologia è stata delineata in un piccolo taccuino consegnato precedentemente.

Durante il gioco, una storia si disvelerà attraverso i racconti dei personaggi stessi permettendo di investigare sulle storie di ciascuno e scoprire il colpevole di un delitto.

Più il giocatore interpreterà a fondo il proprio personaggio, più il gioco si farà profondo: i pensieri, i tic, il modo di vestire, di muoversi e di parlare…

I nostri murder party sono assolutamente orientati al gioco, e si svincolano dalla visione di attori professionisti che interpretano un ruolo. Sono i giocatori ad interpretare la storia, i personaggi. Sono i giocatori che, seguendo il taccuino, doneranno vita e personalità ai personaggi che interpreteranno. Tratteggiare la personalità, dipingere a vivi colori le mille sfaccettature di un personaggio. Ecco quello che i giocatori sono chiamati a fare.

Oltre che, naturalmente, scoprire il colpevole del delitto.

…o non farsi scoprire…

come si gioca

Le modalità di gioco sono semplicissime: diventate i protagonisti!

Seguite le tracce (e le poche regole) consegnate al momento dell’iscrizione e poi lasciatevi andare: improvvisate, scolpite nella vostra voce e nei vostri gesti una nuova identità. Il divertimento è assicurato!

Prediligendo la pura interpretazione teatrale, con una scaletta minimalista, nella migliore tradizione del teatro da strada, dovrete interpretere i protagonisti del giallo.

Tutto è nelle vostre mani, vi divertirete a scoprire il colpevole di un delitto… o a tentare di non essere scoperti.

Giulio Gargioni

Designer sperimentale di giochi di ruolo, vincitore del premio Remo Chiosso 2013, insieme ad Ivan Bonizzi, con il murderparty “Notizie dall’Artico”, ideatore e co-organizzatore della manifestazione “Crema di Giochi”.

Convive con tre piccoli fratellini verdi divoratori di dolci e ricopre il ruolo di “Sacro Portatore del Crocchino” per il clan dei j’zarghi.

Incidentalmente anche ingegnere Software e Firmware per Strumenti di Misura Embedded.